Progetti di Educazione Integrativa delle competenze Affettivo Sociali

⇒ SCARICA: Progetti di Educazione Integrativa delle competenze Affettivo Sociali

Sia la ricerca, sia l’esperienza diretta di genitori e insegnanti, ha dimostrato la tendenza dell’attuale generazione di giovani, a manifestare un maggior numero di difficoltà emozionali rispetto a quelle precedenti. Da questo dato, nasce l’esigenza di insegnare ai bambini e agli adolescenti l’alfabeto affettivo, che è emotivo e relazionale. Riteniamo che la presenza di programmi specifici di educazione integrativa affettivo-sociale presso le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, sia oggi un validissimo strumento di supporto per giovani, famiglie, insegnanti, educatori, al fine di sostenere lo sviluppo dell’identità dei ragazzi e dare loro maggiori risorse per affrontare i cosiddetti compiti di crescita del periodo di passaggio dall’infanzia all’adolescenza e l’adolescenza stessa.

L’intelligenza, in questa prospettiva, è un insieme di capacità che riguardano la gestione delle emozioni che si vivono sia in se stessi sia nella relazione con gli altri e con l’ambiente, che contribuiscono in massima parte a creare il clima affettivo che caratterizza ogni ambito sociale, in primis la famiglia e la scuola.

Negli ultimi anni si è messo in discussione il pregiudizio in base al quale le emozioni sarebbero un fattore di disturbo dei processi educativi ed è chiaramente emersa la stretta relazione fra vita emotivo-relazionale, apprendimento e salute psicofisica. Le emozioni educate e ben vissute, sono una risposta sana dell’organismo agli stimoli interni ed esterni e dunque una risorsa capace di produrre benessere individuale, sociale e rendimento scolastico. L’educazione affettiva rappresenta inoltre un intervento precoce nei confronti dei disagi che si manifestano soprattutto in particolari fasi dello sviluppo evitando che evolvano in veri e propri disturbi comportamentali e psicologici.

A CHI E’ RIVOLTO

Con il relativo adeguamento delle tecniche, dei tempi e degli spazi e in base alle esigenze delle classi o delle scuole inerenti temi specifici (esempio: il bullismo) i nostri progetti sono rivolti a tutti i protagonisti dell’azione educativa sia nel tempo scolastico, sia extrascolastico. Possono riguardare il gruppo-classe, gruppi trasversali (formati da più classi), in co-presenza degli insegnanti (nella scuola d’infanzia e primaria) o senza insegnanti (scuola secondaria di primo e secondo grado). Nello specifico:

Bambini della scuola dell’infanzia (in co-presenza con almeno un insegnante);

Ragazzi della scuola primaria (in co-presenza con almeno un insegnante);

Scuole secondare di primo e secondo grado;

Negli opportuni spazi sono possibili programmi di formazione per:

Corpo docente, educatori, home-worker, operatori

Genitori e care-giver.

Sono inoltre progettabili seminari dedicati a tutto il nucleo famigliare.